Io accolgo te

Per tutte le volte che rimprovero mio marito come se fosse un bambino disubbidiente, per tutte quelle in cui mi sento più in gamba, quando penso che in casa se non ci fossi io… Ricordami buon Dio dei nostri primi giorni insieme, quando ci sembrava di aver vinto la lotteria ad esserci incontrati. Io lui, lui me. Aiutami a guardarlo oggi come allora, stupita e grata. Che poi magari, per qualche strano miracolo di Grazia, anche lui mi guarda ancora così e chiude un occhio su tutto il resto.

Condividi con i tuoi amici se ti piace!
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti