S come Sotto Stress

L’ABC

In certi momenti a casa nostra lo stress raggiunge livelli epici. Mediamente sopportabile se venisse distribuito equamente sulle 24 ore, da noi ha il potere di concentrarsi come i gattoni della polvere negli angoli sotto il letto e di scrosciare all’improvviso con la violenza di un temporale estivo. Altrimenti non sarebbe stress.

Ad ogni modo nelle nostre reazioni allo stress siamo mediamente ridicoli.

Clicca e Vai in ascensore con surgelati da mettere in sicurezza.
La vicina sorda già sul pianerottolo per chiederti chi sta facendo i capricci.
Pranzo che brucia sui fornelli.
Ciuccio sparito.
7 bancali di mascherine dispersi per via, volo militare per il Libano in partenza, minuscole postille della legge marziale e tu che non ti ricordi se è tenente o colonnello.  
Bambino sul water che urla.
Bolle di sapone rovesciate sul parquet.
Oggetto molto fragile sul punto di cadere e sfracellarsi.
Report da inviare al capo entro le 14.
“Mamma, perché quei due si stanno baciando in bocca?”

E tu, che hai un nanosecondo per fare l’unica cosa intelligente da fare, in un nanosecondo fai esattamente tutto ciò che non dovresti fare. Attivi la modalità Porcospino. Pungi.
Un nanosecondo dopo ti accorgi che tua figlia aveva lasciato la webcam accesa e la maestra ha visto tutto.

Dov’è il padre in questi momenti epici? Ha attivato la modalità Camaleonte.

Ora, se chiedete a un bambino, vi dirà che il Camaleonte è molto più simpatico del Porcospino. Ma voi chiedete alla signora Porcospino cosa significa convivere con il signor Camaleonte.

Condividi con i tuoi amici se ti piace!
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti